Chi siamo

help-traduzioni-traduttore-pisa

Help Traduzioni è uno studio di traduzioni, comunicazione e social media marketing.

La nostra sede è a due passi da Piazza dei Miracoli a Pisa, nel cuore della Toscana.

Siamo un team giovane, composto principalmente da esperti in comunicazione e traduttori professionisti che lavorano in co-working dall’Italia e dall’estero. Prendiamo un progetto, il tuo progetto, e lo portiamo avanti insieme curandone tutte le fasi di elaborazione e realizzazione.

Per capire cosa potremmo fare per te o per il tuo business, dai un’occhiata alla pagina dedicata ai nostri SERVIZI.

Se invece sei semplicemente curioso e vuoi farti un’idea più precisa su chi siamo, in questa pagina trovi la storia di come è nato il nostro progetto professionale. Buona lettura!

.

Once upon a time…

Prima di essere traduttori e professionisti della comunicazione e del web (le etichette per le nuove professioni digitali ormai sono tra le più varie e fantasiose!), anche noi siamo stati studenti…

Un po’ di anni fa, sui banchi dell’università, delineammo un progetto: aprire un blog dedicato alla traduzione,  alle lingue straniere, alla formazione linguistica e al mondo del web e dei social media.

Da quel giorno è passato tanto tempo, abbiamo fatto molta strada e passo dopo passo il progetto del blog si è ampliato diventando un lavoro a tempo pieno. Così dalla semplice gestione di un sito web ci siamo ritrovate a dover dare consigli, prendere decisioni, gestire progetti e molto altro ancora. In poche parole, quasi senza accorgercene, siamo state catapultate nel mondo della traduzione, della comunicazione web e della formazione linguistica scoprendo che le nostre competenze linguistiche, informatiche e digitali sono utili per supportare il lavoro e le esigenze di aziende, professionisti, associazioni, studenti e famiglie.

.

Comunicare è tradurre le idee in segni efficaci

Nel nostro percorso di crescita personale e professionale abbiamo capito che tradurre e comunicare non sono attività caratterizzate soltanto dalla capacità di fare un uso sapiente delle parole, ma anche modi per esprimere e creare, attraverso il proprio lavoro, idee, messaggi, forme e contenitori di sapere sempre nuovi, avvicinando le culture e prestando attenzione alle novità e ai cambiamenti, soprattutto in ambito informatico e tecnologico.

.

Tradurre è conoscere i codici e saper adattare i messaggi

Oggi il lavoro del traduttore non può limitarsi all’interpretazione e alla traduzione di un testo: occorre saper comunicare, trovare soluzioni, avere familiarità con la tecnologia ed essere creativi.

Con Help Traduzioni abbiamo rotto la solitudine tipica del lavoro del traduttore, aprendoci al mondo del web, della comunicazione e della formazione, guidati in primis dalla curiosità e dallo studio, e poi dall’esperienza; o meglio, da ciò che ci piace definire come il “complesso dello studente”, ossia dalla consapevolezza che nella vita non si può mai smettere di reinventarsi e di imparare!

Lo studio Help Traduzioni è l’esempio di come sia possibile trasformare interessi e passioni personali in una professione concreta e utile. La formula magica? Basta credere in ciò che si fa e lavorare sodo!

Le fondatrici, Daniela Corrado e Angela Di Giorno

.

Vuoi conoscerci meglio? Clicca:
Nice to meet you!

.

6 Comments

  1. ciao! se volessi collaborare con voi? sono una traduttrice dal 2001 in inglese e tedesco

  2. Riccardo

    ciao! anche a me piacerebbe collaborare con voi! sono un traduttore neolaureato in inglese, tedesco e spagnolo! fatemi sapere se siete interessate! 🙂

  3. care ragazze, sono Mirko Silvestrini, presidente di Unilingue e EUATC, oggi ho ricevuto un vostro malware ma fortunatamente ho capito che non dipendeva da voi. Quindi mi sono messo a sfogliare il vostro blog e devo dire che è proprio simpatico. Brave, continuate così, ognuno di noi nel suo piccolo può divulgare e difendere il mestiere del traduttore, cosa non facile di questi tempi. p.s. dite a quelli che usano google translate che quando lo fanno se inseriscono testi del loro cliente essi poi diventano di proprietà di google, quindi se ci sono dati sensibili si sta commettendo un reato e si diventa perseguibili dallo stato e dal cliente…

    • Grazie mille Mirko per i complimenti sul blog (nel nostro piccolo si fa quel che si può!) e per i consigli riguardo all’uso di Google translate.
      Sull’ultima questione, credo proprio che sarebbe il caso di scrivere un post che spieghi tutti questi aspetti tecnico-legali in maniera più approfondita.
      Ci lavoreremo!
      Mi dispiace molto per l’inconveniente con Twitter. Al momento, modificando la password e il nome utente, il problema sembra essersi risolto. Ovviamente abbiamo anche segnalato l’avvenuto agli sviluppatori, incrociamo le dita e vediamo come va nei prossimi giorni.
      Un caro saluto,
      Daniela Corrado

  4. Un blog bellissimo! Complimenti! Io sono un Tech Communicator che pur non avendo una formazione linguistica (sono un ingegnere) dal 2008 scrive doc tecnica direttamente in lingua inglese (per una serie di motivi che ora sarebbe troppo lungo spiegare) e mi avvalgo di un native speaker assistant per correggere gli inevitabili errori che commetto (oggi meno di ieri, ma comunque sempre qualcosa c’è da rivedere). Ho dato un occhio ai vostri contenuti e mi riprometto di seguirvi e di approfondire molti argomenti, “rubando” qualche buona idea per il mio lavoro, come faccio da tempo quando incontro qualcuno più bravo di me. Vi faccio i miei complimenti. A presto.

    • Grazie mille Alessandro,
      i complimenti fanno sempre piacere.
      Nel lavoro c’è sempre da imparare e anche Angela ed io non siamo di certo perfette!
      L’importante è formarsi bene e avere sempre una profonda passione e un’insaziabile curiosità per tutto quel che si fa 😉

Comments are closed.